parallax background

Dal 10 al 18 Agosto 2019
L’Atlantico Selvaggio

L'Atlantico Selvaggio

Da Sabato 10 a Domenica 18 Agosto 2019

Un itinerario alla scoperta della costa meno conosciuta e più isolata della Bretagna e dell'Aquitania: la costa atlantica, creata dal vento e dal mare con coste a picco e scogliere tempestose, fari da cartolina e lunghe strisce di sabbia bianca. I villaggi della costa sono dei piccoli gioielli a graticcio che ci allieteranno il viaggio insieme alla storia ultramillenaria di Carnac e quella più recente dei Duchi di Bretagna e dei Corsari di La Rochelle.
BOZZA DI PROGRAMMA
1° GIORNO: SABATO 10 AGOSTO: CHIERI - PARAY-LE-MONIAL – BOURGES:
Incontro dei partecipanti a Chieri in Piazza Europa, sistemazione in autobus GT e partenza per la Francia. Colazione servita a bordo e soste tecniche lungo il percorso. Pranzo a pic-nic offerto dall'agenzia. Arrivo a Paray-le-Monial, meta di pellegrini richiamati dalla figura di Marguerite Marie Alaque, le cui numerose esperienze mistiche generarono il culto del Sacro Cuore di Gesù. La Basilica Cluniacense è infatti dedicata al culto di questa santa. Nel pomeriggio trasferimento a Bourges, città dal forte assetto culturale con i suoi musei, concerti, e soprattutto la sua cattedrale del XII secolo dedicata a Saint’Etienne, oggi patrimonio UNESCO. Ha una particolarità rara, quella di non avere il transetto. La cattedrale fu costruita tra il 1195 e il 1245 e più volte rimaneggiata; le antiche vetrate e le sculture del portale sono meravigliose. Sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° GIORNO: DOMENICA 11 AGOSTO: BOURGES – NANTES – VANNES: Dopo la colazione in hotel partenza per Nantes, conosciuta come la Venezia dell’Ovest per via della sua posizione nel delta della Loira. Durante la seconda guerra mondiale fu ampiamente saccheggiata e bombardata ma gran parte del centro storico fortunatamente fu risparmiato dai bombardamenti. Il monumento più importante è il Castello dei Duchi di Bretagna, l’ultimo e il più grande dei Castelli della Loira, che testimonia ben sei secoli di storia. Altro gioiello cittadino è la Cattedrale di San Pierre e San Paul, costruita in stile gotico fiammeggiante in pietra bianca calcarea. Edificata nel 1434 sulle fondamenta di una precedente chiesa romanica, venne completamente terminata 457 anni dopo. All’interno sono conservate le tombe dei Duchi di Bretagna, Francesco II e Margherita de Foix, capolavori d’arte rinascimentale. Pranzo libero. Successivamente partenza per la costa con breve sosta a Guèrande per acquistare il famoso sale autoctono, chiamato sale celtico o bretone. Le paludi di Guérande contano oggi oltre 300 paludier. Il sale grosso viene rastrellato dai fondi argillosi della palude, naturalmente grigio, mentre quello fino è colto in superficie, di un bianco immacolato, ed è costituito da piccoli cristalli. Partenza per Vannes, città d'arte e storia alle porte del Golfo di Morbihan, sull'estuario della Marle. Già fortificata dai Romani, la città si sviluppò all'interno dei suoi bastioni in epoca medievale, poi all'esterno nel XVII secolo con la costruzione di numerosi palazzi signorili. Residenza dei duchi di Bretagna, ha un bel centro storico con 171 case a graticcio. Sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

3° GIORNO: LUNEDÌ 12 AGOSTO: VANNES - BELLE ILE - CARNAC – VANNES:
Colazione in hotel e trasferimento al porto. Partenza con battello per la Belle Ile, la più grande delle isole du Ponant, 15 chilometri a sud di Quiberon. Lunga oltre 17 chilometri e larga 9, l'isola è ricca di piccoli porti e belle spiagge. Arrivati al porto di Palais, è possibile ammirare le case colorate che lo fiancheggiano, l'atmosfera tranquilla, il centro storico, la cittadella di Vauban, la cinta muraria fortificata. Il paesaggio dell'isola è vario: alle aspre scogliere della parte ovest si alternano spiagge e porti navigabili. L'isola fa da ambientazione a diversi eventi che Alexandre Dumas ha narrato nell'ultimo romanzo del ciclo dei moschettieri. È citata anche nel libro Noi due come un romanzo, di Paola Calvetti. Pranzo in ristorante. Al termine, rientro sulla terraferma e trasferimento a Carnac, famosa per i suoi Menhir. Il paese è noto per il complesso megalitico (tra i maggiori al mondo), comprendente vasti campi di menhir, 1169 disposti su una decina di file in località Ménec. I menhir furono eretti da 5.000 a 3.000 anni a.C., molto prima dei Galli! Visita al sito archeologico. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

4° GIORNO: MARTEDÌ 13 AGOSTO: VANNES - CONCARNEAU – QUIMPER:
Prima colazione in hotel e partenza per Concarneau, chiamata "la città blu". Nata in un'antica isola fortificata, la Ville Close è costruita su un isolotto roccioso e circondata da bastioni in granito del XIII secolo, ristrutturati nel XVII secolo da Vauban. Questa posizione strategica ne ha fatto un importante sito militare e commerciale, che ha richiesto un'espansione nel corso del tempo con l'aggiunta di diversi sobborghi e villaggi vicini. Pranzo libero. Dopo pranzo partenza per Quimper, che ospita il quartiere di Locmaria dove sorgono un antico priorato, un giardino medievale insignito del marchio "Jardin Remarquable" e una chiesa romanica dove si concentra l'arte bretone. In questa zona ci sono bellissimi negozi di terracotta e ricami. Inoltre nel quartiere è ubicata la fabbrica di ceramica Henriot-Quimper, un'istituzione locale. A Quimper è presente anche il quartiere dei Duchi della Bretagna, con la Chiesa di Saint-Mathieu, le case con balconi a timpano o graticcio e i tipici vicoli lastricati i cui nomi ricordano le corporazioni del Medioevo. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5° GIORNO: MERCOLEDÌ 14 AGOSTO: QUIMPER - POINTE DU RAZ - PENISLE DU CROZON:
Colazione in hotel e trasferimento verso Pointe du Raz che, affacciato sul mare per 72 metri, è classificato Grand Site de France. Le sue alte scogliere coperte di prati offrono un panorama selvaggio e superbo sul mare. Una parte del lato nord rappresenta la riserva di Cap Sizun, sede di uccelli marini tra cui il gabbiano comune. Speroni rocciosi e piccole spiagge sabbiose si alternano in questa costa animata dal vento, dove lo spettacolo è grandioso nelle giornate tempestose. Tra ripide scogliere e mare di smeraldo, la punta offre una meravigliosa vista sull’Île de Sein e, quando il tempo è sereno, sul faro di Ar Men, il punto panoramico per eccellenza! Di fronte ad essa si staglia il faro quadrato dell’Île de la Vieille. Acceso nel 1887, il faro fu automatizzato nel 1995; fino ad allora, intrepidi guardiani si succedevano in condizioni climatiche spesso difficili. Pranzo libero. Trasferimento alla Penisola du Crozon, penisola selvaggia ricca di vegetazione e di panorami mozzafiato. Alla fine della penisola, Cap de la Chèvre è uno dei punti mitici della Bretagna. Separa la facciata ovest della penisola, le sue spiagge e le brughiere esposte ai venti, e la facciata est, le sue foreste di pini abbarbicate a ripide scogliere. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

6° GIORNO: GIOVEDÌ 15 AGOSTO: QUIMPER- LA ROCHELLE:
Colazione in hotel e partenza per La Rochelle. Arrivo e visita della cittadina, famosa per il Porto Vecchio che da sempre ha accolto l’approdo dei pescherecci, facilitati dalla collana di isolotti che proteggono la baia e mantengono l’oceano tranquillo. La storia della cittadina cominciò nel X secolo, quando alcuni visitatori si stabilirono su una piccola roccia, “la rochelle” appunto. Dal XIII secolo fiorirono i rapporti commerciali col resto dell’Europa, le Fiandre, i Paesi Bassi e l’Inghilterra. Essendo collocata sul mare e quindi facilmente attaccabile dai nemici, La Rochelle fu dotata di numerose strutture difensive. La Tour de Saint Nicolas e la Tour de la Chaine vegliano sul porto di Vieuxfort. La prima, dedicata a San Nicola, è il classico mastio signorile affiancato al mare alto 42 metri con struttura massiccia e spessi muri. La vicina torre della Catena serviva a controllare il traffico portuale e a riscuotere le tasse. La Torre della Lanterna o Torre dei 4 Sergenti è alta 70 metri ed è sormontata da una guglia gotica a pianta ottagonale. In passato servì da faro e da prigione, come testimoniano i graffiti lasciati dai pirati olandesi, britannici e spagnoli che ebbero il piacere di testarne l’ospitalità. Pranzo libero. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

7° GIORNO: VENERDÌ 16 AGOSTO: LA ROCHELLE- ILE DE RE E ILE D’OLERON - LA ROCHELLE:
Colazione in hotel e partenza per l'Ile de Re, originariamente arcipelago formato da tre piccole isole. Nel 1627 l'isola subì l'attacco inglese da parte di George Villiers, primo duca di Buckingham. Dopo tre mesi di scontri senza successo il duca fu costretto a ritirarsi. Nel 1681 venne costruito il porto principale dell'isola, Saint-Martin-de-Re. Durante la seconda guerra mondiale l'isola venne occupata dalle truppe tedesche che, sulle spiagge, costruirono diversi bunker per prevenire eventuali attacchi via mare. l'Île de Re è un alternarsi di saline, pinete, vigneti, dune di sabbia ricoperte di sparto, spiagge sabbiose e villaggi dalle case bianche. Pranzo libero e trasferimento sull’Ile d’Oleron dove si possono visitare i villaggi di Saint Trojes les Bains con la sua foresta e le sue belle spiagge, le Grande Village Plage e il suo porto delle saline, le Chateau d’Oleron con l’imponente cittadella fortificata, Dolus d’Oleron con la palude popolata da innumerevoli specie di uccelli. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

8° GIORNO: SABATO 17 AGOSTO: LA ROCHELLE - ROCAMADOUR:
Colazione in hotel e partenza per Rocamadour. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo a Rocamadour, villaggio medievale edificato su piattaforme successive a fianco della scogliera a 130 metri sul livello del Canyon dell’Alzou. Da sempre attrae visitatori per la sua posizione in una gola sopra un affluente del fiume Dordogona, soprattutto per il suo santuario dedicato alla Beata Vergine Maria che nei secoli venne visitato da pellegrini di ogni paese. In questo luogo sono conservate le reliquie di Sant Amadour ed è considerata tappa fondamentale del Cammino di Santiago. Lo stesso nome della cittadina deriverebbe dall’unione di Roca (roccia) e Amadour (il santo), che assieme caratterizzano questo borgo. La Rue de la Caronnerie è l’unica via di Rocamadour: vivace, costeggiata da negozi e dimore caratteristiche che vanno dal XIII al XVII secolo. In fondo alla via, una scalinata monumentale composta da 233 gradini si innalza fino al sagrato dei santuari dove si trovano 7 cappelle e chiese. Non manca il turismo gastronomico grazie all’omonimo formaggio Rocamadour, fatto con il latte di capretta. Dopo la visita, trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

9° GIORNO: DOMENICA 18 AGOSTO: ROCAMADOUR - CHIERI:
Colazione in hotel. Partenza per il rientro a Chieri. Sosta lungo il percorso per il pranzo in ristorante. Proseguimento per Chieri con soste tecniche e arrivo previsto in serata.

399670_max
la_rochelle

QUOTA DI PARTECIPAZIONE A PERSONA € 1390,00

per iscrizioni con relativo acconto di € 400,00 entro il 15/04/2019

QUOTA DI PARTECIPAZIONE A PERSONA € 1490,00

per iscrizioni con relativo acconto di € 400,00 dal 16/04/2019

QUOTA DI ISCRIZIONE OBBLIGATORIA A PERSONA € 50,00

(include assicurazione medico-bagaglio-annullamento)

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA € 250,00

(massimo 2 singole poi solo su riconferma)

Il viaggio sarà confermato con minimo 30 partecipanti
N.B. L’ORDINE DELLE VISITE POTREBBE SUBIRE VARIAZIONI LASCIANDO TUTTAVIA INALTERATO IL CONTENUTO DEL PROGRAMMA
La quota comprende:
- Viaggio in autobus GT riservato
- Spese di autostrade, trafori,check-in, parcheggi, pedaggi ponti e tasse di percorrenza
- Colazione a bordo del bus la mattina della partenza
- Pranzo a pic-nic del primo giorno
- 2 pranzi in ristorante
- Sistemazione in hotel 2 - 3 - 4 stelle con trattamento di mezza pensione
- Le visite come da programma
- Battello per Belle Île A/R
- Ingresso e visita con guida dei monoliti di Carnac
- Assistenza di un accompagnatore di agenzia
La quota non comprende:
- Gli ingressi non specificati ne "La quota comprende"
- Le bevande ai pasti
- I pranzi (ad esclusione del 1°, 3° e 9° giorno)
- Mance e spese personali
- Eventuali tasse di soggiorno da pagare in loco
- *La quota di iscrizione obbligatoria che comprende l’assicurazione medico-bagaglio-annullamento
- Quanto non specificato nella sezione “la quota comprende”

CONTATTI E INFO