parallax background

Sabato 18 e Domenica 19 Maggio 2019
Le ville Medicee nei dintorni di Firenze e Prato

Le ville Medicee nei dintorni di Firenze e la città di Prato

Scarperia e San Piero fra i borghi più belli d’Italia; le ville Medicee di Pratolino, Castello e Petraia; e Prato, città medioevale con un centro storico elegante e ben conservato

Sabato 18 e Domenica 19 Maggio 2019

BOZZA DI PROGRAMMA
1° GIORNO: SABATO 18 MAGGIO: CHIERI - SCARPERIA E SAN PIERO – PRATOLINO:
Ritrovo dei partecipanti in Piazza Europa a Chieri, sistemazione su autobus GT riservato e partenza per la Toscana. Colazione servita a bordo e soste tecniche lungo il percorso. Arrivo a Scarperia e San Piero e passeggiata per il borgo che, grazie alla sua atmosfera preziosa, è annoverato tra i “Borghi più Belli d'Italia”. Il cuore dell’insediamento fortificato è il Palazzo dei Vicari, severa e turrita residenza di impianto trecentesco sul lato rivolto verso la piazza, fortezza sul retro. I restauri dopo il terremoto del 1929 lo hanno reso simile a Palazzo Vecchio di Firenze, del resto secondo alcuni i due palazzi sono stati progettati dallo stesso architetto: Arnolfo di Cambio. Sulla piazza principale si affacciano anche due interessanti edifici religiosi: la Propositura, fondata nel 1326 e intitolata ai Santi Jacopo e Filippo e l’Oratorio della Madonna di Piazza, risalente al 1320, in cui si svolgeva la solenne cerimonia di insediamento dei Vicari. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento a Pratolino per la visita di Villa Demidoff, denominazione moderna dell'antica Paggeria Medicea di Pratolino. Situata sulle colline intorno a Firenze, lungo la Via Bolognese verso il Mugello, la Villa fu acquistata da Francesco I de Medici nel 1568, per renderla un luogo fiabesco come regalo per la sua seconda moglie Bianca Cappello. I lavori di costruzione della villa e della trasformazione di questo aspro terreno in un luogo magico furono affidati a Bernardo Buontalenti, che creò una splendida villa immersa in un parco di meraviglie con giochi d'acqua e automatismi, un labirinto, fontane e grotte, bellissimi giardini e molte piante di particolare pregio. Una piccola Versailles a Firenze! Al termine delle visite, trasferimento in hotel per la sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° GIORNO: DOMENICA 19 MAGGIO: GIARDINI VILLA DI CASTELLO - VILLA LA PETRAIA - PRATO – CHIERI:
Sveglia e prima colazione in hotel. Partenza per Castello e inizio delle visite guidate con i giardini della villa*, dichiarata dall'UNESCO Patrimonio mondiale dell'Umanità nel 2013. La Villa di Castello è una delle più antiche residenze suburbane della famiglia Medici, che la possedettero fin dal 1477. Prediletta da Cosimo I, fu oggetto di particolari cure e il suo giardino, progettato nel 1538, venne studiato per celebrare il potere del principe attraverso la simbologia delle sue statue, delle fontane e delle grotte. Proseguimento con la visita della Villa della Petraia, ritenuta una delle più belle ville medicee. In origine la proprietà era della famiglia Brunelleschi e nel corso del Quattrocento passò prima agli Strozzi poi ai Salutati. Cosimo I de’ Medici l’acquistò nel 1544 per farne dono al figlio Ferdinando, che apportò le modifiche più importanti all’edificio che da “palagio” trecentesco si trasformò in una fastosa villa signorile cinquecentesca. Tra le prime modifiche ci fu la trasformazione dei giardini circostanti che erano “pietrosi” (da cui il nome della Petraia) in rigogliosi terrazzamenti sovrapposti. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento a Prato e visita guidata del centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. All’interno delle belle mura si erge il Castello dell'Imperatore, unica testimonianza di architettura sveva nell'Italia centro-settentrionale. A poca distanza la bella piazza, che ospita il Duomo di Santo Stefano, all’interno del quale si potranno ammirare gli splendidi affreschi di Filippo Lippi. Sulla facciata esterna spicca il singolarissimo “disco” del pulpito esterno di Donatello e Michelozzo. Il pulpito è ancora oggi utilizzato ogni 8 settembre per l'ostensione della Sacra Cintola della Madonna, reliquia cui i pratesi sono tutt’ora particolarmente legati. Al termine delle visite, sistemazione in autobus e partenza per il rientro a Chieri, previsto in tarda serata.

*la programmazione di giorni e orari di apertura per i giardini di Villa di Castello e per gli interni di Villa La Petraia viene fatta di mese in mese. Al momento della stesura del programma non è quindi possibile confermare la visita, in caso di chiusura sarà comunque prevista una visita alternativa.
villa_demidoff_2_1546874794
Giardino-della-Villa-medicea-di-Castello
8754236c83

QUOTA DI PARTECIPAZIONE A PERSONA € 235,00

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA € 25,00

QUOTA D’ISCRIZIONE OBBLIGATORIA** € 10,00

Il viaggio sarà confermato con minimo 30 partecipanti
N.B. L’ORDINE DELLE VISITE POTREBBE SUBIRE VARIAZIONI LASCIANDO TUTTAVIA INALTERATO IL CONTENUTO DEL PROGRAMMA
La quota comprende:
- Viaggio in autobus GT riservato - Spese di autostrade, check-in e parcheggi - Colazione a bordo del bus la mattina della partenza - Sistemazione in hotel 3 o 4 stelle con trattamento di mezza pensione - I seguenti ingressi: Villa Demidoff, Giardini di Villa Castello, Villa Petraia - Visite guidate come da programma - I pranzi in ristorante con bevande incluse - Assistenza di un accompagnatore di agenzia
La quota non comprende:
- Le tasse di soggiorno - Eventuali altri ingressi non prevedibili al momento della stesura del programma - Le bevande a cena - **La quota d’iscrizione obbligatoria che include polizza medico-bagaglio-annullamento - Mance e spese di carattere personale - Quanto non specificato nella sezione “la quota comprende”

CONTATTI E INFO