Il viaggio sarà confermato con minimo 25 partecipanti.

Noli e il Museo dell'Orologio a Tovo San Giacomo

Sabato 12 Giugno 2021

Giornata dedicata alla visita di Noli, uno dei Borghi più belli d'Italia, e dell'insolito e curioso Museo dell'Orologio di Tovo San Giacomo 

 

 

€ 57,00
QUOTA PROMO A PERSONA con relativo acconto
entro il 30-04-2021

€ 61,00
QUOTA BASE A PERSONA con relativo acconto

€ 27,00
PRANZO FACOLTATIVO IN RISTORANTE

Ritrovo dei partecipanti a Chieri, sistemazione in autobus GT riservato e partenza verso Noli. Colazione servita a bordo e soste tecniche lungo il percorso. Arrivo e visita di Noli, piccolo paese inserito nell'elenco dei Borghi più Belli d'Italia. Camminare per le sue vie ed i suoi carruggi significa immergersi nella sua ricca storia grazie agli edifici simbolici del suo passato sopravvissuti fino ai giorni nostri. È tuttora presente una cinta muraria ben visibile, che parte dal castello dominante il monte Ursino e arriva fino al centro storico, dalla quale si può vedere come il sistema delle mura sia perfettamente integrato nell’intricato tessuto urbano. Un altro elemento che contraddistingue questo pittoresco borgo è la presenza delle torri medievali che testimoniano il massimo splendore raggiunto tra il XIII ed il XIV secolo, quando la Repubblica Marinara ne aveva addirittura 70 sparse lungo le mura difensive. Si trovano poi pregevoli esempi di edifici del '300, primo fra tutti Casa Pagliano, facilmente riconoscibile per le sue bifore e trifore. La cittadina è inoltre rimasta uno dei pochi borghi costieri ad avere ancora oggi pescatori locali che ogni notte escono in mare con le loro piccole barche a motore e tornano la mattina seguente con il pescato freschissimo. Il suo porto ha infatti un approdo esclusivamente peschereccio e ospita solo 21 imbarcazioni.

Al termine delle visite, tempo a disposizione per il pranzo libero o facoltativo in ristorante.

Nel pomeriggio trasferimento a Tovo San Giacomo per la visita del Museo dell’Orologio, nato dalla volontà di Giovanni Bergallo di donare la sua collezione al proprio paese per esporla come testimonianza dell’arte orologiaia per le “macchine del tempo” del luogo. Ospitò la prima esposizione pubblica con pezzi provenienti dall’officina in occasione dell’inaugurazione delle nuove scuole elementari del paese nel settembre 1984. Proprio durante l’esposizione auspicò la creazione di un museo che raccogliesse le testimonianze dell’attività di famiglia, al quale poter donare manufatti storici ed archivi. La famiglia Bergallo costruì infatti orologi da torre fra il 1861 e il 1980 nella loro casa-officina. Le loro opere furono installate in Liguria, Piemonte, Val d’Aosta, Valtellina e, quello più lontano, in Patagonia, molti dei quali sono ancora presenti su campanili e torri civiche. Gli orologi esposti sono pezzi autentici (il più antico risale al XVI secolo) raccolti dalla famiglia stessa e provenienti da donazioni di collezionisti, chiese o altri enti. Oltre agli orologi si potranno ammirare quadranti, lancette o ancora “stranezze” provenienti da campanili e carrucole, tutti oggetti attestanti una ricca storia della tecnica e della meccanica orologiaia ormai irripetibile.

Al termine delle visite, ritrovo con il bus per il rientro a Chieri.

NB:
1- L’ordine delle visite può subire variazioni lasciando inalterato il contenuto del programma
2- GARANTIAMO IL RIMBORSO della quota versata (non derivante da voucher) nel caso in cui dovessimo annullare il viaggio o posticiparlo a nuova data a causa di restrizioni Covid

La Quota comprende: La Quota non comprende:

-  Autobus GT riservato
-  Costi di autostrade, check-in e parcheggi
-  Colazione servita a bordo
-  Visite come da programma
-  L’ingresso al Museo dell’Orologio
- Assistenza di un accompagnatore d’agenzia

-  Il pranzo facoltativo in ristorante (€ 27,00 da prenotare all’atto dell’iscrizione)
-  Eventuali altri ingressi non previsti al momento della stesura del programma
-  Spese di carattere personale
- Tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota comprende”

LINEE GUIDA DI COMPORTAMENTO DURANTE LE VISITE GUIDATE:
- Prima di effettuare la visita ciascun partecipante è tenuto a misurare la temperatura corporea a casa. Le visite non sono consentite nel caso in cui la temperatura superi i 37,5°;
- Compilare l’autocertificazione che verrà fornita dal capogruppo prima dell’inizio della visita;
- E’ obbligatorio indossare le mascherine, sia negli spazi aperti che in quelli chiusi, in maniera corretta e che garantiscano la copertura di naso e bocca;
- Durante la visita è obbligatorio mantenere la distanza di almeno 1 metro dagli altri partecipanti
- Guanti e igienizzante per le mani non sono obbligatori ma sono comunque raccomandati

LINEE GUIDA DI COMPORTAMENTO DURANTE I TRASFERIMENTI IN AUTOBUS:
- I posti sull’autobus saranno pre-assegnati dall’agenzia e garantiranno le distanze di sicurezza imposte
dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che possono variare dal momento della prenotazione al giorno della partenza effettiva del viaggio;
- La salita e la discesa dall’autobus dovranno essere effettuati in maniera tale da mantenere la distanza di sicurezza minima di almeno 1 metro;
- Gli autobus della Autoservizi Rosso sono regolarmente igienizzati e sanificati prima e dopo ogni servizio;
- La sera precedente il servizio all’interno dei bus della Autoservizi Rosso viene vaporizzata una sostanza antibatterica al fine di sanificare l’ambiente;
- La manutenzione dell’impianto di condizionamento dei bus della Rosso viene regolarmente effettuata dalle officine di assistenza e a seguito dell’emergenza Covid-19, implementata con prodotti sanificanti.


Prodotti Correlati