Il viaggio sarà confermato con minimo 35 partecipanti.

Weekend tra le Dolomiti - La Val d'Ultimo, la Val di Funes e il Renon

Da Venerdì 8 a Domenica 10 Luglio 2022

PER GREEN PASS E MASCHERINE NORMATIVE DA VERIFICARE PRIMA DELLA PARTENZA

€ 420,00
QUOTA DI PARTECIPAZIONE A PERSONA
entro il 31-05-2022

€ 445,00
QUOTA DI PARTECIPAZIONE A PERSONA DAL 01/06/2022

€ 70,00
SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA (massimo 3 e poi si riverifica disponibilità e quotazione)

€ 20,00

QUOTA D'ISCRIZIONE OBBLIGATORIA (include polizza medico, bagaglio, annullamento e garanzie covid) 

1° GIORNO: VENERDÌ 8 LUGLIO 2022: CHIERI - VAL D’ULTIMO
Ritrovo dei partecipanti a Chieri, sistemazione in autobus GT assegnato e partenza per il Trentino Alto Adige. Colazione servita a bordo e soste tecniche lungo il percorso. Pranzo a picnic fornito dall’agenzia.
Arrivo in Val d’Ultimo, il cui fascino sta nella sua natura incontaminata che accompagna costantemente il visitatore tra prati ripidi, fitti boschi e laghi dalle acque cristalline. Sui prati e pascoli verdi fanno capolino i masi tradizionali e ancora oggi la gente del posto cura e vive i propri usi e costumi mostrando un forte attaccamento alla natura: i contadini gestiscono le malghe come vuole la tradizione tramandata di generazione in generazione. La Val d’Ultimo è un vero scrigno di meraviglie, primo fra tutti il Lago artificiale di Zoccolo, il più grande della valle, che si sviluppa dalla sua diga percorribile a piedi presso Santa Valburga fino al campo d'atterraggio per parapendio a Pracupola. Degne di nota sono poi le numerose chiesette che costellano le pareti della valle, insieme alle rovine del Castello Eschenlohe che dominano un piccolo colle boschivo situato poco prima del paese di San Pancrazio. Questa zona è conosciuta per i suoi famosi larici secolari, tra i più antichi in Europa, che si possono raggiungere con una piacevole passeggiata. Il larice, unica conifera in Europa ad essere verde solo d'estate, meraviglia con i suoi rossi amenti tra il tenue e delicato verde dei getti primaverili così come con la dorata colorazione autunnale. Questi alberi sono segnati da intemperie, fulmini e tempeste di oltre 850 anni. Uno di loro ha una circonferenza di 8 metri e un’altezza di ben 36 metri!
Al termine delle visite, ritrovo con il bus per il trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° GIORNO: SABATO 9 LUGLIO: VAL DI FUNES
Dopo la prima colazione, trasferimento in bus alla scoperta della Val di Funes, piccola valle che si snoda per soli 24 km, dalle maestose vette del Gruppo delle Odle fino ai vigneti della Valle Isarco a nord di Chiusa. Simbolo di questa vallata dolomitica non sono solo il Gruppo delle Odle e la chiesetta di Santa Maddalena, ma anche Reinhold Messner, cittadino d'onore ed uno degli alpinisti più noti al mondo, nato proprio in questa favolosa valle. Sosta a Funes per la visita della Chiesetta di San Giovanni in Ranui, in stile barocco, dedicata a San Giovanni Nepomuceno ed eretta nel 1744. A renderla tanto celebre è soprattutto la sua posizione pittoresca nei prati di Ranui, con le imponenti vette del Gruppo delle Odle sullo sfondo. Non a caso, è uno dei soggetti più fotografati nell'intero Alto Adige. È parte del maso Ranui, antica residenza di caccia risalente al XII secolo e situata al cospetto delle maestose cime delle Odle. Proseguimento per una malga locale, piccola baita dove potersi fermare a mangiare dopo lunghe passeggiate rimanendo immersi in panorami paradisiaci.
Pranzo in ristorante.
Dopo pranzo, trasferimento a Chiusa e passeggiata alla scoperta di una delle mete più suggestive della Valle Isarco. Questo piccolo comune, immerso tra vigneti e alberi di castagno, presenta uno dei più pittoreschi centri storici del nostro Paese al punto che dal 2002 è annoverato tra "I Borghi più Belli d'Italia". Il monumento più rappresentativo è il Monastero di Sabiona, costruito dopo la distruzione del precedente Palazzo Vescovile ed inaugurato nel 1686, seguito poi dal Castello di Gernstein, anche noto come "Castel Tina", costruito verso le fine del XII secolo. Ciò che rende unica Chiusa resta però il magnifico scenario naturale in cui è inserita e non a caso viene spesso utilizzata come tappa fissa all'interno di itinerari mozzafiato. Al termine delle visite, rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

3° GIORNO: DOMENICA LUGLIO: ALTOPIANO DEL RENON - CHIERI
Dopo la prima colazione trasferimento alla stazione di Bolzano, sistemazione a bordo della funivia e partenza per il tragitto che in soli 12 minuti ci porterà a Soprabolzano, per poi proseguire per altri 20 minuti con il trenino per Collalbo. Sin dal XVII secolo nei caldi mesi d’estate le famiglie più agiate di Bolzano si trasferivano qui sul Renon, che divenne a tutto titolo la culla della villeggiatura estiva. Paradiso escursionistico particolarmente apprezzato, il territorio del Renon offre numerosi sentieri di facile percorrenza attraverso zone pianeggianti e montuose. L'intero paesaggio, capace di stupire al contempo anche l'escursionista più esperto, cattura l'attenzione su uno dei panorami più belli delle Dolomiti.
Proseguimento in bus per Monte di Mezzo, noto per essere uno splendido punto panoramico sulle vette dolomitiche e per la piccola chiesa di San Nicolò con il caratteristico campanile a cipolla, i cui recenti restauri hanno permesso di scoprire un ciclo di affreschi risalenti al XV secolo raffiguranti la Passione di Cristo, di dodici Apostoli ed alcuni profeti dell'Antico Testamento.
Ritorno a Collalbo con una piacevole passeggiata che permette di immergersi nell'atmosfera dell'Altopiano e di ammirare le Piramidi di Terra, tra le più significative attrazioni naturali del Renon. Si tratta di singolari formazioni geologiche sovrastate da un masso formatesi in seguito all'erosione causata da agenti atmosferici quali acqua e vento. Tale fenomeno, molto diffuso nella provincia di Bolzano, così come in alcuni territori della provincia di Trento, è uno degli esempi più affascinanti del lento e progressivo evolversi della natura.
Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio ritrovo con il bus e partenza per il rientro a Chieri, previsto in serata. 

N.B: L’ORDINE DELLE VISITE POTREBBE SUBIRE VARIAZIONI LASCIANDO TUTTAVIA INALTERATO IL CONTENUTO DEL PROGRAMMA

La Quota comprende: La Quota non comprende:

- Viaggio in autobus GT riservato
- Spese di autostrade, check-in e parcheggi
- Colazione a bordo del bus la mattina della partenza
- Sistemazione in hotel 3* o 4* con trattamento di mezza pensione
- Visite come da programma
- 3 pranzi (1° giorno con picnic fornito dall’agenzia)
- Assistenza di un accompagnatore di agenzia

- *La quota di iscrizione (che include polizza medico bagaglio e annullamento- incluse garanzie Covid)
- Le bevande ai pasti
- Eventuali ingressi
- La tassa di soggiorno da pagare in loco
- Mance e spese personali
- Quanto non specificato nella sezione “la quota comprende”

LINEE GUIDA DI COMPORTAMENTO DURANTE LE VISITE GUIDATE:
- Prima di effettuare visite ciascun partecipante è tenuto a misurare la temperatura corporea a casa. Accesso e visite non sono consentite nel caso in cui la temperatura superi i 37,5°;
- Se richiesto occorre compilare l’autocertificazione che verrà fornita dall’accompagnatore prima dell’inizio della visita;
- Negli spazi chiusi è obbligatorio indossare le mascherine FFP2 in maniera corretta e che garantiscano la copertura di naso e bocca; per gli spazi aperti verranno date indicazioni di volta in volta in base alle normative correnti;
- Durante la visita è obbligatorio mantenere la distanza di almeno 1 metro dagli altri partecipanti;
- Guanti e igienizzante per le mani non sono obbligatori ma sono caldamente raccomandati

LINEE GUIDA DI COMPORTAMENTO DURANTE I TRASFERIMENTI IN AUTOBUS:
- I posti sull’autobus saranno pre-assegnati dall’agenzia. Attualmente è consentito il riempimento al 100% e per accedere ai mezzi di trasporto è obbligatorio il GREEN PASS RINFORZATO e la mascherina FFP2
- In corrispondenza della porta anteriore dell'autobus è a disposizione il dispenser con igienizzante che tutti i passeggeri devono utilizzare prima di salire sul mezzo
- La salita e la discesa dall’autobus dovranno essere effettuati in maniera tale da mantenere la distanza di sicurezza minima di almeno 1 metro dagli altri partecipanti;
- Gli autobus sono regolarmente igienizzati e sanificati prima e dopo ogni servizio;
- La sera precedente il servizio all’interno dei bus viene vaporizzata una sostanza antibatterica al fine di sanificare l’ambiente;
- La manutenzione dell’impianto di condizionamento dei bus viene regolarmente effettuata dalle officine di assistenza e a seguito dell’emergenza Covid-19, implementata con sanificanti.


Prodotti Correlati